Pillole di semplicità

San Vincenzo dè Paoli

Chi cammina nella semplicità può andar sicuro. Invece quelli che usano cautele, o doppiezze vivono sempre nel timore che la loro simulazione venga scoperta e nessuno si fidi più di loro.

Non è semplicità scoprire ogni sorta di pensieri, perchè questa virtù è discreta, e non è mai opposta alla prudenza, la quale ci fa discernere ciò che è bene dire da ciò che è più conveniente tacere.

Il mondo è immerso nella doppiezza. A stento si trova oggi un uomo che parli come pensa. Da ogni parte non si vede che artificio e finzione. E ciò può infiltrarsi anche attraverso le grate di un convento!

Tre circostanza sono viziose e ci dimostrano che non dobbiamo dire le cose quali le abbiamo in cuore: quando vanno contro Dio, o contro il prossimo o tornano a nostro onore.

Tutti amano i semplici, le persone candide, che non usano astuzie nè imbrogli, che vanno alla buona e parlano sinceramente, in modo che tutto quello che dicono corrisponde a quello che hanno nel cuore.

Predicare semplicemente e solo per il Signore; niente fanfaronate, niente ricami, ma si parli come si vuole, purchè le nostre prediche siano fatte con semplicità e alla buona.

Dov’è la semplicità, ivi è Dio.

Annunci