Aspettiamo, oh Sovrana

vergine-della-tenerezza-91065fbc844e4437fb16a53867dfde12

L’Angelo attende la tua risposta. È giunto il tempo di ritornare a Dio, che l’ha inviato
Anche noi attendiamo, nostra Sovrana, la parola di misericordia, noi i miserabili, sui quali pesa una sentenza di condanna.
Ecco che ti si offre il prezzo della nostra salvezza : accettalo e noi ne saremo liberati.
Noi tutti siamo l’opera della Parola eterna di Dio ed ecco che dobbiamo morire, ma pronuncia una parola e noi saremo richiamati alla vita.

Questa è la supplica che ti indirizza, oh Vergine piena di pietà, il triste Adamo, esiliato dal cielo insieme alla sua infelice posterità, è la supplica di Abramo, quella di Davide. È la costante preghiera di tutti gli altri santi patriarchi, vostri padri, che hanno abitato, anche loro, la regione coperta dalle ombre della morte.

Questa è l’attesa dell’intero universo, prosternato alle vostra ginocchia.
Dalla risposta che che cadrà dalle tue labbra dipende in effetti la consolazione degli infelici, il riscatto dei prigionieri, la liberazione dei condannati, la salvezza di tutti i figli di Adamo, di tutta la tua razza.

Oh Vergine, affrettati a dare questa risposta…
Oh Sovrana nostra, pronuncia le parole che stanno aspettando la terra, l’inferno ed il cielo!
Il Re e Signore di tutte le cose, anche Lui aspetta, con lo stesso ardore con il quale ha creato la tua bellezza, il tuo assenso, che ha messo come condizione alla salvezza del mondo.

San Bernardo
Omelia su “Missus est” IV,8

Annunci